Crea sito

 
ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO
COMITATO MONTINARI MARCHE
O. N. L. U. S.
Codice fiscale:   90051340447
e.mail:  marchemontinari@virgilio.it
tel.  3388347717
per donazioni:  BANCA DELLE MARCHE
codice IBAN:  IT07 A 06055 69510 000000003797
codice BIC:  BAMAIT3AXXX
sede:  MONTE VIDON CORRADO (FM) 63836
           C.so G. GARIBALDI n° 10
 

L’AUTISMO SI CURA………..

COS’ERA L’AUTISMO:

Per decenni l’AUTISMO è stato considerato da una parte una “PATOLOGIA” di natura neuropsichiatrica riconducibile a problematiche madre-figlio (cd madre “frigorifero”) e dall’altra di natura latamente “genetica”. Colpisce mediamente,  nel mondo,  un bambino su 120 !!
Fallito ogni studio teso a trovargli una causa “genetica” ed appurata l’inconsistenza di quelli neuropsichiatrici, così come attestato anche dalla Haute Autorité de Salue francese, si è quindi passati a definirlo come una “SINDROME”, termine generico che, pur risolvendo in parte il problema della “classificazione” dei soggetti, trascurava di indicarne la CAUSA e di approntare un percorso terapeutico. 


COS’E’ L’AUTISMO OGGI:

Secondo gli studi più accreditati di questi ultimi anni possiamo definirlo come una PATOLOGIA MULTISISTEMICA AD ETIOLOGIA ESOGENA VARIA ma sostanzialmente riconducibile ad uno SCOMPENSO arrecato all’organismo, ed in particolare al sistema nervoso ed a quello immunitario, da fattori esterni ad esso come virus (compresi i vaccini), intossicazioni da metalli pesanti, inquinamento etc.
COME VIENE CURATO: Il mancato riconoscimento dell’AUTISMO per quello che è da parte delle istituzioni (Ministero della Salute, ASL etc.) comporta una serie di gravissime carenze. Continuando a ritenerlo una patologia della “mente”, l’unico approccio riconosciuto dalle ASL è quello neuropsichiatrico che prevede anche l’utilizzo di psicofarmaci per limitare i comportamenti-problema; così facendo però ci si accontenta di intervenire sui SINTOMI piuttosto che sulla CAUSA con la conseguenza di fornire un palliativo e non una CURA.


COME DOVREBBE ESSERE CURATO:

Trattandosi di una patologia multisistemica che coinvolge il sistema nervoso e quello immunitario con ricadute gastrointestinali e, a seconda dei casi, su altri organi, è invece necessario andare innanzitutto alla ricerca di quali sono state le cause scatenanti, di dove abbiano inciso maggiormente e conseguentemente intervenire allo scopo di limitare e se possibile rimuovere i danni. Per questo motivo, così come previsto dal protocollo del Dott. Massimo Montinari, è necessario un INTERVENTO INTEGRATO ovvero:
-. Una dieta privativa di glutine, caseina e di eventuali altre sostanze che possano essere male metabolizzate dall’organismo e creare residui oppioidi nel sangue;
-. Una cura omotossicologica comprensiva di integratori alimentari naturali e di  prodotti omeopatici che possano aiutare l’organismo a “drenare” ed eliminare le scorie tossiche presenti;
-. Interventi logopedici e foniatrici tesi ad aiutare i bambini a riacquistare l’uso dei muscoli facciali e, se possibile, della parola;
-. Interventi comportamentali secondo i protocolli internazionali riconosciuti (ABA/VB).

Tali interventi, non coperti dal SSN, comportano una spesa media mensile oscillante tra   €.1.000,00 /1.500,00, interamente a carico delle famiglie.

 

“ GIVE ME FIVE”
sostieni le nostre attività con il tuo 5 per 1000
Cod. Fisc. 90051340447



 

EmergenzAutismo è lieta di presentare a tutti i genitori questo video di un nostro ragazzo, Leonardo. Il "Piccolo Principe" ha iniziato tardi le terapie per autismo, intorno agli 11 anni. Ce lo ricordiamo due anni fa nella sua casa di Ancona e rivederlo oggi in questo video ci da enorme emozione perchè dimostra che ciò che si puo fare per il recupero di un bambino, ha analoga efficacia su un ragazzo in piena pubertà. Non disperate mai e lottate, lottate sempre, senza mai farvi convincere dai cosiddetti "esperti" che vi dicono che "non c'è nulla da fare" o che "è troppo tardi" solo perchè di questo tipo di terapie e risultati non hanno alcuna esperienza! Grazie Stefania e grazie Leonardo per la vostra forza e il vostro coraggio.
 

Mi risulta difficile trovare le parole per presentare questo video, voluto e creato dall’insegnante di sostegno del Piccolo Principe, Chiara Luna, una donna davvero speciale.

E’ stata una sorpresa anche per me…

Vedere immortalati momenti intrisi di dedizione, passione, fatica, impegno e di risultati, soddisfazioni, vittorie… è un’emozione forte.

Ho voluto condividerla con chi ha permesso a mio figlio questa risalita dagli Inferi per dare coraggio e speranza non solo a chi ha
bambini piccoli ma anche a chi, come me, ha iniziato le cure, sia biomediche che comportamentali, tardi.

Quindi un GRAZIE a EA che accoglie ogni giorno genitori disperati con una carica che non ha pari (ricordo ancora la mia prima telefonata con Ornella) e a chi ha guidato e guida noi nel recupero di nostro figlio, in primis Danilo Verdicchia ma non vorrei dimenticare Lucia Ferretti, Bruno Tallini, Fabrizio Alessandrini, Daniele, Mirko…

Una dedica speciale però va a tutti coloro che hanno detto la loro sulle sorti del Piccolo Principe, a chi “non ce la farà mai!”, a chi “al massimo scenderà a comprare il pane!”, a chi “tanto non è normale!”, a chi “tanto non parlerà mai!”, a chi “poverino, è così bello”, a chi “sì, parla, ma non recupererà mai gli anni perduti”.

Nel video si vede SOLO l’accademico e non è poco...

Non si vede la sua gioia di vivere, il suo piacere di giocare con chi ama (come nella foto), di fare le cose che gli piacciono, non si vede il suo sorriso accattivante quando ti chiede qualcosa o quando mi si avvicina e mi dice “mamma, sei bellissima”…e tanto altro.

Never give up!!!

Un abbraccio a voi tutti

Stefania

 

i nostri obbiettivi